Ultima modifica: 6 Novembre 2014

Attività Umanistico Linguistiche

         Educazione all’espressività

Le attività si prefiggono di:

  • ampliare gli orizzonti di riferimento a partire dalle proprie radici, attraverso un “viaggio all’interno dell’uomo
  • acquisire elementi culturali e la capacità di riflessione nei confronti di se stessi e degli altri (educare all’intercultura, al rispetto, alla pace, ai diritti umani e civili fondamentali; prendere coscienza del valore della libertà strettamente legato alla responsabilità);
  • potenziare la conoscenza e le competenze disciplinari;
  • promuovere il piacere della lettura e della scrittura sia in lingua madre sia in lingua straniera;
  • avviare ad una lettura e ad una scrittura consapevole;
  • sviluppare la cultura espressiva verbale e non verbale attraverso linguaggi trasversali quali la cinematografia, il teatro, l’arte promuovendo anche la conoscenza della storia e della sintassi di questi linguaggi;
  • conoscere e leggere il cinema, il teatro, il libro, l’opera d’arte per cogliere più consapevolmente i messaggi degli autori e i loro contributi creativi ai temi, ai problemi e ai valori fondamentali della cultura e dell’esistenza umana;
  • rendere consapevole l’allievo del proprio vissuto e della possibilità di trasferirlo in testi verbali e non verbali;
  • fornire contesti e condizioni motivanti per stimolare l’acquisizione delle abilità connesse ai linguaggi verbali e non verbali;
  • favorire l’espressione creativa verbale e grafico-pittorica anche in situazione di comunicazione pubblica;
  • favorire la socializzazione e la comunicazione tra ragazzi, attraverso l’uso di linguaggi verbali e non verbali;
  • promuovere la conoscenza e la valorizzazione del territorio con la sua storia, le sue tradizioni, la sua cultura, le opportunità e gli stimoli culturali che offre, ma anche aprire ai ragazzi una prospettiva più ampia, nazionale, sovra nazionale e interculturale;
  • privilegiare le strategie operative, maggiormente coinvolgenti:
    • le attività di ricerca e documentazione,
    • il ricorso all’attività di piccolo gruppo,
    • il rapporto diretto con esperti e/o con autori o lavori d’autore,
    • la produzione di una comunicazione finale,
    • il confronto con giurie non scolastiche per la valutazione degli elaborati,
    • le uscite didattiche sul territorio e la partecipazione alle iniziative che esso offre.

Potenziamento Linguistico: lingua madre – lingue straniere

Le attività si prefiggono di:

  • potenziare le capacità d’uso della lingua madre come mezzo espressivo sia nella direzione della scrittura sia in quella della lettura;
  • potenziare le capacità d’uso della lingua straniera sia parlata sia scritta;
  • acquisire competenze nella fruizione e produzione di testi letterari ;
  • acquisire consapevolezza della valenza culturale dell’apprendimento linguistico.

Attività proposte

  • corsi di potenziamento della lingua italiana in funzione dell’approccio al latino ( classi seconde e terze);
  • l’incontro con l’autore che consente un contatto diretto con il mondo del leggere e dello scrivere (attività da tempo consolidata);
  • partecipazione a spettacoli teatrali in lingua madre e in lingua straniera;
  • progetti di potenziamento interdisciplinare con particolare attenzione alle lingue straniere finalizzati all’elaborazione di comunicazioni che si servano di tutte le lingue di studio;
  • corsi di conversazione in lingua straniera con esperti madrelingua;
  • lezioni con insegnante titolare e con madrelingua inglese/tedesca con la possibilità di sostenere l’esame di certificazione KET (per inglese).